L’indagine è eseguita per diagnosticare un’infezione a livello vaginale di cui
sono responsabili microrganismi patogeni, che aggrediscono la flora vaginale.

L’analisi della secrezione vaginale si fa di solito per accertare la presenza di eventuali infezioni del primo tratto genitale (vaginiti, uretriti, etc.) e quindi è indicata in caso di perdite vaginali o disturbi come prurito e bruciore locale, dolore o difficoltà durante i rapporti sessuali, disturbi urinari.

Le infezioni più frequenti sono provocate da germi come il Trichomonas e la Gardnerella vaginalis oppure dalla Candida.

Per la diagnosi delle principali malattie trasmesse per contagio sessuale come la Gonorrea, la Clamidia e l’Herpes genitalis è necessario di solito anche un prelievo della secrezione presente a livello del collo dell’utero (tampone cervicale).

Si consiglia sempre la sospensione di qualunque terapia antibiotica almeno 6-8 giorni prima dell’esame.

 

NOTE: L’antibiogramma può essere richiesto con la (M.I.C.) o  con il metodo(Kirby Bauer).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POSTED BY admin | Feb, 06, 2021 |